Moll de la Fusta

Barcellona

Ogni anno migliaia di persone passeggiano lungo il Moll de la Fusta (Molo di legno in catalano) senza conoscere la sua storia. Anche se a prima vista non sembra nulla di trascendentale, il Moll de la Fusta – il cui nome originale è Moll de Bosch i Alsina – è uno degli elementi architettonici più importanti di Barcellona. Questo pontile pedonale rappresenta l’estensione marittima del Passeig de Colom ed è perfetto per passeggiare piacevolmente rinfrescati dalla brezza marina. Il Moll de la Fusta è compreso tra il Portal de la Pau – la piazza che ospita il monumento dedicato a Colombo – e il Mirador del Port Vell, il punto panoramico del porto vecchio.

Fino al XIX secolo questa parte di Barcellona era occupata dal porto commerciale che formava una barriera quasi insormontabile tra la città e il Mediterraneo ma da li a poco le cose erano destinate a cambiare. Nel 1982 il Port de Barcelona cede quest’area al comune e nel giro di qualche mese iniziano le opere per rimodellare il fronte marittimo. Nel 1987 si rimette mano al progetto e, in vista delle Olimpiadi del 1992, viene smantellata la ferrovia e si costruisce la Ronda Litoral, una strada a scorrimento veloce sormontata da una promenade costellata da ristoranti. Purtroppo l’esperimento ha vita breve e le attività commerciali chiudono ben presto i battenti.

Oggi, a testimonianza di questo recente passato rimangono solamente le strutture ondulate che riparavano i locali. Nel 1989, sopra le sinuose travi di uno di questi ex padiglioni venne installata un’imponente scultura a forma di aragosta che è possibile apprezzare ancora oggi. Il Moll de la Fusta ospita alcune singolari sculture come La Parella (La coppia) di Lautaro Díaz Silva o La cara de Barcelona (La faccia di Barcellona) di Roy Lichtenstein.

Il Moll de la Fusta non solo è un ottimo esempio di architettura d’avanguardia ma è soprattutto un’eccellente opera urbanistica. Dalla fine degli anni 80 Barcellona ha abbandonato la sua antica vocazione industriale per regalare a cittadini e turisti quel tratto di costa che per tanti anni era stato solamente un luogo di lavoro, fatica e sacrifici.

Nei giorni di sole il Moll de la Fusta diventa uno dei luoghi più frequentati della città. Nelle tranquille acque del porto potrete ammirare la Santa Eulalia, un battello postale oggi utilizzato per attività educative, e la Nao Victoria, la replica della nave di Ferdinando Magellano, che circumnavigò per la prima volta il globo terrestre. All’altro lato del Moll de la Fusta si trova il Maremagnum, un centro commerciale unito alla terraferma con un ponte levatoio.

Foto di Antonio Gil

Questo post è gentilmente offerto da ApartmentBarcelona.com, una agenzia specializzata nell’affitto di appartamenti a breve e lungo termine con sede nella capitale catalana.

Moll de la Fustaultima modifica: 2013-07-31T19:25:31+02:00da andsimon
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento