Pechino, Cina

Cosa Vedere a Pechino

Pechino è la vetrina della Repubblica Popolare Cinese, una città ordinata con viali lunghi e diritti attraversati da tortuose stradine. I La “capitale del nord”, con circa 10 milioni di abitanti, conserva numerosi luoghi storici, ricchi di fastosi monumenti tra i quali non vanno assolutamente dimenticati il Tempio del Cielo, costruito interamente in legno, e la Chiang An Jie, la strada principale di Pechino, lunga 40 km e il cui nome significa “Via della lunga pace”. L’emozione culmina poi con l’ingresso nella piazza più grande del pianeta, lunga 2 km e capace di contenere 500.000 persone: è la famosa Piazza Tien An Men, la “porta della Pace Celeste”.

Simbolo della Cina antica e moderna vi si respira tutto il fascino dell’Antico Oriente.La piazza, con al centro l’obelisco dedicato agli eroi del popolo, introduce al Palazzo Imperiale, chiamato anche “La Città Proibita”, un complesso di templi, statue ed edifici classici con un totale di 9.999 stanze. Nella periferia di Pechino, sulla “Collina della Longevità”, il Palazzo d’Estate è un importante luogo storico dove gli imperatori si rifugiavano per trascorrere il periodo estivo fuggendo dal caldo della città. Immerso in rigogliosi giardini, si affaccia sul lago Kunming. All’interno del Tempio dei Lama c’è la monumentale statua di Buddha alta 25 metri, scolpita in un unico tronco di sandalo.

Nei dintorni di Pechino, a 70 km dal centro, c’è l’unico monumento costruito dall’uomo visibile dalla Luna: la Grande Muraglia Cinese, lunga 6.000 km, fu costruita per frenare l’invasione dei Mongoli. Tornando dall’esperienza dell’immenso “serpente di pietra” meritano una visita le Tombe della Dinastia Ming: 13 padiglioni con il tetto a pagoda nei quali sono sepolti gli imperatori insieme alle mogli, alle concubine e ai tesori.

Per raggiungere Pechino, consulta le offerte Alitalia. Periodicamente sono disponibili voli a basso costo per volare in Cina.

 

Pechino, Cinaultima modifica: 2013-02-09T16:51:22+01:00da andsimon
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento